Eni avvierá nuovi cantieri. Vertice a Roma a settembre

Eni conferma gli investimenti previsti dal protocollo di intesa firmato al Mise il 6 novembre scorso, e ha annunciato l’avvio di altri dieci cantieri. I dirigenti della Regione provvederanno ad accelerare l’iter delle autorizzazioni. Questo é quanto emerso dall’incontro che é stato effettuato oggi tra le parti interessate e il prefetto Maria Teresa Cucinotta. La riunione di oggi in prefettura ha anticipato l’incontro a Roma che si terrà a metá settembre. Presenti anche i sindacati Cgil, Cisl e Uil, rappresentati rispettivamente dai loro segretari Ignazio Giudice, Emanuele Gallo e Maurizio Castania, che hanno messo in evidenza come per molti lavoratori dell’indotto gli ammortizzatori sociali siano scaduti. E per altri sono prossimi alla scadenza. I sindacalisti hanno già chiesto all’assessorato regionale ulteriore tutela dei lavoratori dell’indotto. I sindacalisti di sono mostrati molto soddisfatti dell’incontro in quanto sembra che si lavorerà presto all’accordo di programma, che prevede oltre la bonifica e la reindustrializzazione, anche la verifica dei lavoratori dell’indotto che ha l’obiettivo di valutare lo stato attuale delle professionalità. Questo serve ad avviare la riqualificazione del personale per la riconversione.  Il Comune di Gela collaborerà  nell’attuazione dei punti del protocollo e dell’accordo di programma.