Eni: gare all’estero aperte alle aziende dell’indotto, in attesa della realizzazione dell’Accordo

Eni conferma una massima attenzione nei confronti delle ditte gelesi dell’indotto, in modo da coinvolgerle nelle procedure di gara bandite all’estero, tutto questo in attesa che si concretizzi il protocollo di intesa, firmato al Mise il 30 novembre scorso. Questo è quanto emerso nell’incontro che si è tenuto stamani in Prefettura e richiesto dalle organizzazioni sindacali Cgil, Cil e Uil, alla presenza dei rappresentanti di Eni, Confindustria e Legacoop. L’incontro ha avuto l’obiettivo di esaminare la questione legata al possibile impiego delle aziende dell’indotto gelese nelle realtà  gestite dal colosso petrolifero all’estero. In tal senso l’Eni ha individuato, nell’ambito delle proprie attività, lavori, servizi e forniture oggetto di procedimenti di gara che potrebbero essere di interesse per le imprese dell’indotto. La tipologia di attività, i tempi, i paesi e i vincoli locali sarnno rappresentati agli interessati con incontri dedicati, a partire dai prossimi giorni.

Articoli correlati