Erano pronti i nomi, ma il bando per incarichi legali viene congelato, si attende la pronuncia del Tar

Congelato il bando che l’amministrazione comunale aveva emesso per la selezione di tre avvocati che avrebbero costituito una Ats (Associazione temporanea di scopo) e che si sarebbero dovuti occupare dei contenziosi del comune. I colloqui erano già partiti, ed erano stati anche individuati i tre legali gelesi, ma ora c’è uno stop, in attesa che si pronunci il Tar a cui l’ordine degli avvocati si è rivolto. A comunicarlo è stato l’assessore Fabrizio Morello durante la seduta del question Time. La mozione era stata presentata dal consigliere comunale del Pd Romina Morselli che aveva rivelato delle illegalità nel bando, come il contravvenire al divieto di costituirsi in Ats e l’esclusione alla partecipazione alla selezione da parte di chi ha già un incarico politico. La sua mozione è passata con 16 voti su 20, contrari si sono mostrati i consiglieri cinque stelle. Ad appoggiare la Morselli sono stati anche gli altri due avvocati consiglieri, Giovanni Panebianco e Sara Bonura. Altra mozione presentata dalla Morselli è stata quella inerente alla nomina della segretaria, una spesa ritenuta ingiustificata in un periodo di Spending Review, e che ha fatto balzare alla cronaca nazionale la nostra città. Sono intervenuti anche sulla questione segretaria il consigliere del Megafono Maria Pingo e quello di Un’Altra Gela Vincenzo Cascino, quello che si voleva ottenere era trasmettere l’atto della nomina alla corte dei Conti. Ma all’abbandono dell’aula da parte dei due  pentastellati Vincenzo Giudice e Sara Cavallo, la seduta consiliare è stata sciolta per mancanza del numero legale.

Articoli correlati