Eschilo Lab: microfoni aperti e via all’improvvisazione.

Si chiama “Open mic live show” la nuova rassegna di eventi musicali dell’Eschilo Lab. Ogni giovedì sera una band di supporto e un microfono aperto per chiunque voglia esibirsi.

Per la sua terza stagione il locale quasi prende le sembianze di un mini club americano. L’attività riapre i battenti con una mostra dedita alle opere dell’artista Corrado Inturri, assumendo su ogni fronte l’aspetto di un laboratorio.

Durante la scorsa serata si è dato il via a vere e proprie jam session. In ciò influisce parecchio la presenza tra i gestori del batterista Andrea Insulla, che assieme ai giovanissimi Francesco Musumeci e Angelo Fasciana ha appena inaugurato lo studio di registrazione Kroma Production. La band di supporto che anima le serate vede infatti Francesco alla chitarra, Tony Martorana alla batteria (anche lui collaboratore presso lo studio di registrazione), Ruben Giardino alla tastiera e il bassista Marco Giudice.

Nel corso della serata diversi cantanti e musicisti si sono alternati improvvisando pezzi famosi e conosciuti ai più. Quel che è interessante è che continuerà così fino all’arrivo della stagione autunnale. Un modo di divertirsi che un tempo era scontanto ma che è andato scemando.

Che lo spirito d’iniziativa stia incentivando una “nuova”  alternativa per l’estate gelese? Troppo presto per dirlo, ma nonostante nel programma estivo manchino alcune iniziative degli anni scorsi, non si rinuncia ad estemporanee e concerti. Il tutto spesso grazie agli stessi commercianti che fanno da sponsor. Già recentemente con i nuovi eventi proposti è capitato che qualcuno facesse un confronto positivo con il passato. 

In tutto ciò, ci si augura che queste nuove realtà diano i risultati sperati e che siano solo un assaggio per le potenzialità di questa città.

Articoli correlati