Estate 2017: Gela tra le 200 città siciliane con divieto di balneazione, ma solo in alcune zone

É scattato pure per Gela il divieto di balneazione emesso dal Dipartimento Attività sanitarie e Osservatorio Epidemoliologico della Regione. L’ente, con un decreto, ha individuato tutte le zone dell’Isola in cui sarà in vigore il divieto di balneazione, disponendo anche i prelievi per monitorare le acque. E sono 200 le aree in cui non si potrà fare il bagno, nell’estate 2017. Per Gela il divieto riguarda tutti i tratti di costa in cui sorgono impianti industriali e scarichi in mare. Per Siracusa parliamo delle aree industriali di Augusta, Priolo e Melilli, ma anche la costa dell’aeroporto di Palermo e le aree interessate da depuratori. Le premesse per l’avvio della nuova stagione balneare in Sicilia non sono quindi delle migliori, a causa di molteplici cause. Dall’inquinamento alla presenza di porti , dagli scarichi in mare fino alla regolamentazione di aree marine protette e riserve naturali. La stagione prenderà il via il primo aprile e si concluderà il 31 ottobre, periodo in cui si effettueranno i prelievi dei campioni da analizzare.
Da Palermo a Catania, da Messina ad Agrigento e Trapani. Sono tante le zone che la Regione individua come già inquinate e dove quindi non sarà possibile fare il bagno.

Articoli correlati