Falso allarme ebola, al Sant’Elia di Caltanissetta

È stato un falso allarme, quello di un ragazzino arrivato al pronto soccorso dell’ospedale Sant’Elia di Caltanissetta con febbre alta e perdita di sangue dal naso. La prima cosa a cui si é pensato é stata l’ebola, in quanto i sintomi sono simili a quelli manifestati dal ragazzino, che era tornato da pochi giorni da un viaggio in Marocco, dove si era recato per andare a trovare i parenti. Subito sono scattati i dispositivi di sicurezza stabiliti da protocollo, che  ha coinvolto i medici dell’Unitá operativa di Medicina e Chirurgia e quelli di Malattie infettive dell’ospedale nisseno. Fortunatamente non era ebola, ma una tonsillite. Ma l’esperienza é servita come prova generale per affrontare tale emergenza sanitaria, seguendo un’iter che si rifà alle linee guida stabilite dal ministero della Salute. In ogni caso il Marocco non figura come nazione a rischio, nessun caso di ebola si é verificato fino adesso. 

Tagged with:

Falso allarme ebola, al Sant’Elia di Caltanissetta

È stato un falso allarme, quello di un ragazzino arrivato al pronto soccorso dell’ospedale Sant’Elia di Caltanissetta con febbre alta e perdita di sangue dal naso.

Tagged with: