Famiglie a secco da giorni a Gela: “È una vergogna, nei paesi normali questo martirio non esiste”

Cittadini indignati nel quartiere “Carrubbazza” di Gela, dove l’erogazione dell’acqua tarda ad arrivare da un paio di giorni.

Si sono svegliati anche stamattina a secco nella zona a ridosso della via Generale Cascino ed è scattata la lamentela dei residenti, anziani e famiglie con figli piccoli. Un disagio non di poco conto quello determinato dalla carenza idrica, che crea problemi nelle normali attività quotidiane, quali la pulizia della casa, dell’igiene personale e della biancheria. “È una vergogna – hanno detto – nei paesi normali l’acqua arriva ogni giorno, non esistono problemi del genere. È un martirio, qui c’è gente malata, ci sono persone con bambini piccoli, che dobbiamo fare?”. L’erogazione nella zona avviene di norma un giorno sì e un giorno no, ma stavolta, come già capitato anche in precedenza, manca da domenica. Intanto, la distribuzione dell’acqua dovrebbe riprendere regolarmente a partire da questa sera.