Fare trading online: come scegliere un broker affidabile?

Fare trading online sta diventando una moda praticata da molti utenti della rete: internet ha ridotto le distanze il che porta, come sempre, benefici e pericoli al contempo. Parlando proprio di investimenti ad esempio, un tempo per poter investire era necessario recarsi fisicamente da un intermediario o presso la sede della Borsa.
Oggi queste distanze sono state annullate e anche investire è operazione che può avvenire stando seduti davanti al proprio pc: è sufficiente un computer, una connessione internet e la registrazione presso una delle tante piattaforme di intermediari presenti in rete. I cosiddetti broker.
Ecco, questo è un punto fondamentale per chiunque voglia investire in rete; affidarsi a un broker è indispensabile, si tratta di una figura che materialmente andrà a fare da tramite tra noi e il mercato. Un’entità che gestirà i nostri soldi.
Ecco quindi che è più che mai indispensabile affidarsi a un operatore affidabile e serio. Come fare a capire qual è la piattaforma più affidabile della rete? Sul web ci sono tanti operatori, un elenco  delle principali piattaforme di trading consigliate si può trovare a questo link:
http://www.giocareinborsa.com/piattaforme-trading.
Detto ciò, fermo restando che ciascuno può trovarsi bene o meno bene con un dato broker, ci sono alcuni aspetti da tenere necessariamente in dovuto conto. Come ad esempio la regolamentazione del broker. Che per operare deve essere regolarmente registrato.
È poi consigliabile affidarsi a una piattaforma che consenta l’apertura di un conto demo, ovvero un conto di prova per iniziare a ‘giocare’ investendo soldi finti ed evitando così di bruciare da subito i nostri risparmi. Meglio prima prendere confidenza con il nuovo mezzo. 
Altri aspetti da valutare soggettivamente sono quelli legati, ad esempio, al servizio clienti: affidarsi a una piattaforma in grado di offrire supporto costante e nella nostra lingua potrebbe essere un’operazione intelligente.
Altro fattore da valutare, la piattaforma di trading cui ci stiamo affidando opera come broker o come dealer? Nel tecnico, ilbrokerguadagna su commissione e senza avere un controllo diretto dei nostri soldi mentre il dealerha pieni poteri sul capitale e se ne assume anche il rischio.

L’ultimo consiglio che ci sentiamo di dare è quello di evitare di credere a promesse di guadagni facili, immediati e semplici. Il trading è un investimento e come tale presenta altri fattori di rischio. E, soprattutto, in quanto tale non regala i soldi a chiunque. 

 

Articolo sponsorizzato

 

Articoli correlati