Fenomeno randagismo, “ViviAmo Manfria” invita i residenti a segnalare luoghi e abitudini dei branchi per intervenire

Chiunque conosca luoghi, orari e abitudini dei branchi li comunichi per organizzarsi di conseguenza e avviare le segnalazioni alle autorità competenti.

Dove non arrivano le istituzioni, la politica o chi per loro ad arginare il fenomeno del randagismo, ci provano i cittadini comuni. Con questa proposta l’associazione “ViviAmo Manfria” ha invitato i residenti della frazione balneare a dare ciascuno il proprio contributo per cercare di segnalare i branchi e farli accalappiare.

“La situazione dei randagi – scrivono – ormai è insostenibile, frutto della totale mancanza di azioni e politiche degli ultimi anni volte a risolvere o, almeno, ad arginare il problema. Se non vengono accalappiati o sterilizzati, i branchi cresceranno inevitabilmente, minando la sicurezza delle persone o di altri animali. Ormai è pericoloso andare in spiaggia a Manfria e a Roccazzelle”.

L’idea è dunque quella di fare attenzione ai luoghi in cui stazionano i randagi e di osservare le loro abitudini, condividere queste informazioni nel gruppo facebook “ViviAmo Manfria” e così chiamare chi di dovere, Polizia municipale o ditta incaricata del servizio accalappiamento e cercare di intervenire.