Festa dell’abbondaza: post diffamatori? Scatta la denuncia, eventuali risarcimenti in beneficenza

È un bilancio positivo quello che traccia l’associazione Demetra e Kore sulla prima edizione della Festa dell’abbondanza che si è tenuta a Gela nei giorni di 22, 23 e 24 aprile. Tre giorni di convegni, mostre, concerti in pieno centro storico con coinvolgimento di agricoltori, relatori, artisti, i commercianti,  vivaisti,  associazioni di volontariato,  artigiani,  standisti. Tante però le polemiche che in quei giorni si sono scatenate sul web e su alcuni giornali locali, che mettevano in evidenza un “fallimento” della iniziativa e un presunto costo per l’amministrazione comunale, con guadagno per l’associazione stessa.  Ma ecco arrivare la risposta da parte dell’associazione Demetra e Kore che sottolinea di non avere  fini di lucro. “ Il Patrocinio del comune di Gela è consistito semplicemente nella messa a disposizione del suolo pubblico e , la predisposizione della chiusura delle vie e piazze interessate alle manifestazioni.”Ha sottolineato il presidente dell’associazione Giorgia Cavallo.

E per quanto riguarda i post diffamatori su presunti trattamenti di favore  dell’Amministrazione comunale nei confronti dell’Associazione?  “Abbiamo già mandato ad un legale  per denunciare i fatti alla magistratura, e abbiamo  deciso che eventuali risarcimenti  danni che gli saranno riconosciuti verranno devoluti in beneficenza”. Ha detto il presidente.