Fino al 31 marzo, per chiedere l’assistenza domiciliare Inps

C’è tempo fino al 31 marzo per presentare la domanda per ottenere l’assistenza domiciliare dell’Inps (Gestione Dipendenti Pubblici), presso lo Sportello Sociale di Viale Mediterraneo, presso cui è possibile chiedere anche informazioni relative al servizio. Al progetto, denominato Home Care Premium, ha aderito il Distretto Socio Sanitario D9, di cui Gela è comune capofila. Si tratta di contributi economici e servizi socio assistenziali domiciliari, nella cura di anziani e non autosufficienti, alle famiglie dei dipendenti o pensionati pubblici iscritti all’Inps (Gestione Pubblica, ex Inpdap). I benefici del progetto si estendono anche ai coniugi conviventi e ai loro familiari di primo grado (figli e genitori) residenti nel territorio del Distretto Socio Sanitario D9 (Gela, Butera, Niscemi e Mazzarino).  Il servizio prevede le cosiddette prestazioni prevalenti e prestazioni integrative. Le prevalenti riguardano l’erogazione mensile da parte dell’Inps di un contributo economico per i costi sostenuti per il rapporto di lavoro con l’assistente familiare (regolarmente assunta); mentre le prestazioni integrative, di carattere socio assistenziale, sono di supporto al percorso assistenziale del beneficiario e vengono gestite dal Distretto. La responsabile del progetto, gli operatori di sportello e le assistenti sociali, si sono recati, nelle scorse settimane, presso alcune istituzioni locali, tra cui caserme di Polizia, Carabinieri, Finanza e Vigili Urbani, Scuole pubbliche, Azienda Ospedaliera e Asp, e ciò al fine di individuare potenziali utenti, beneficiari del servizio. Lo Sportello Sociale di viale Mediterraneo, aperto dal lunedì al venerdì dalle ore 8,30 alle ore 11,30; il martedì e il giovedì dalle ore 15,30 alle ore 18,00,  o chiamando lo 0933 906730.