Forza Italia: amministrazione senza un programma. Puntare su grandi infrastrutture

Sono tante le problematiche della città, e noi come partito abbiamo presentato tante mozioni a tal proposito, per spronare l’attuale amministrazione. Questo quanto messo in evidenza dal consigliere di Forza Italia Salvatore Scerra, durante la conferenza stampa che ha visto presente il deputato Pino Federico, e il consigliere Crocifisso Napolitano. Porto e agricoltura dovrebbero essere i punti di forza della nuova economia gelese. Hanno sottolineato i forzisti, mettendo in evidenza come gli interventi di riqualificazione sul porto rifiugio, di 5,6 milioni di euro, che dovrebbero iniziare a breve, saranno solo un modo per rimediare alla perdita dei 50 milioni di euro annunicati dal governatore Crocetta e poi ritornati al Governo nazionale.  Un’altra critica è stata mossa nei confronti della scelta di destinare parte delle compensazioni alla ristrutturazione della Casa Albergo di Macchitella. “Appartiene ad Eni, ospiterà ancora suoi uffici, e noi stiamo regalando parte dei soldi che sarebbero potuti essere destinati alla città per la ristrutturazione di una sua proprietà”. Hanno affermato i consiglieri.
Un’amministrazione dell’improvvisazione, quella di Messinese, secondo i componenti di Forza Italia.” Manca un programma “. Ha detto Federico. Anche per quanto riguarda il progetto di rinlancio dell’agricoltura presentato in questi giorni dall’assessore Siciliano, i forzisti hanno avuto qualcosa di ridire: “il rilancio dell’agricoltura deve partire dai lavori di recupero della diga Disueri, e non dal riutilizzo delle acque reflue, come proposto dall’amministrazione”. “A Gela mancano le grandi infrastrutture, su quello anche si deve puntare.” 
Non mancano le critiche al protocollo di intesa firmato al Mise il 6 novembre del 2014. “Non andava firmato”. L’on. Pino Federico ha sempre rimarcato di essere stato escluso dalle contrattazioni con Eni, quando l’azienda petrolchimica ha deciso di lasciare Gela.