Fotografata una “pietra” insolita a Montelungo, si spera nel reperto archeologico. Contattata la Soprintendenza

“Che cos’è?”. È questa la domanda che circola sui social network guardando la foto pubblicata e scattata da un cittadino gelese a Montelungo.

Una scoperta che sta già facendo sperare che possa trattarsi di un reperto archeologico, c’è infatti chi ipotizza che possa essere il basamento di una colonna, ma c’è anche chi esclude questa ipotesi avanzando invece l’idea che possa trattarsi di un pulvino, un elemento architettonico a forma di tronco di piramide rovesciata, ricollegabile possibilmente a qualche chiesa. Soltanto idee per adesso, in attesa di avere riscontri più certi. La Soprintendenza, intanto, è già stata stata avvisata e si è avuto un primo sopralluogo. Montelungo, lo ricordiamo, già in passato è stato teatro di importanti ritrovamenti. Che anche questo possa far parte del tesoro storico di Gela? Ce lo auguriamo, intanto continua la corsa delle ipotesi.

Articoli correlati