Fuga da Tenutella e Desusino, rimaste più volte senza elettricità in piena estate

Disagi incredibili per coloro che hanno deciso di trascorrere le loro vacanze estive a Tenutella e Desisuno.

L’Enel ha deciso di effettuare i lavori di manutenzione proprio in piena estate, quando il turismo nella zona balneare di Marina di Butera si incrementa. Tre gli interventi da giugno a oggi che hanno costretto centinaia di persone di abbandonare le loro residenze estive a causa del distacco della corrente dalle 8,30 alle 16,30. La prima volta è successo il 21 di giugno, primo giorno d’estate; lo ha ripetuto il 6 di luglio (senza avvertire i residenti), e lo sta replicando anche oggi. Otto ore di black-out continuate che hanno messo a dura prova qualsiasi frigorifero, specie in questo periodo dalle temperature torride. Gelati e surgelati spesso sono da buttare via.

“La zona di Desusino e Tenutella è considerata area di sviluppo turistico, dato che sono sorti centri vacanza con centinaia di ospiti, alberghi, B&B, lidi, bar e pizzerie. Ma all’Enel di tutto questo sembra interessare poco. La sua programmazione pare diretta a creare quanti più danni e disagi possibili. Chi ha il proprio gruppo elettrogeno si salva dalle conseguenze, gli altri devono subire ogni tipo di inconveniente. Anche l’agricoltura in serra, fiorente nella zona, è costretta a fermare talune attività. Il comune di Butera è come se non esistesse. ” Hanno gridato i residenti.
Tra l’altro a quanto pare nessuno ha  avvertito il sindaco e se è stato fatto l’Enel non si è fermato lo stesso.

“Se a tutto questo aggiungiamo le continue interruzioni dell’erogazione idrica diventa facile capire perchè gli imprenditori turistici rinunciano a investire i loro soldi da noi. E ora fuggono anche i proprietari delle residenze estive che pensavano di trascorrere un periodo di relax, malgrado la pesantezza di tasse, tributi e tariffe di acqua, luce, Imu, Irpef e spazzatura. Un peccato, perchè Comune e Provincia, dopo 35 anni, sono riusciti a sistemare e riasfaltare i due km di strada consortile di accesso a Tenutella Ovest, anche se resta in terra battuta e misto di cava quella che conduce al centro vacanze Sikania, con proteste dei residenti della zona per la polvere che rende l’aria irrespirabile, crea allergie, sporca le case e le persone.” Hanno sottolineato i residenti.