Futsal: in C2 pari beffa per lo Sporting, vince il Macchitella; in D rimonta per il Gela

Nella diciottesima giornata del campionato di Serie C2 , la quinta del girone di ritorno, sono arrivati risultati positivi per le gelesi: se la Sporting Savio strappa un prezioso pareggio nella tana della Gear Piazza Armerina, il Futsal Macchitella pone fine alla serie di quattro sconfitte consecutive e ottiene un’importante vittoria contro la Ramacchese.
Contro la Gear lo Sporting Savio disputa una grandissima partita e, nonostante gli ospiti riescano a portarsi sul 2-0, i gelesi rimontano portandosi incredibilmente sul 2-4 grazie alle reti Mammano, Moscato, Pelligra e Stimolo. Il doppio vantaggio però non resiste sino alla fine del match: la Gear infatti approfitta dell’evidente calo fisico della formazione allenata da mister Rocco Ministeri e riescono prima ad accorciare le distanze e poi ad agguantare il pareggio. Il punto è di certo guadagnato per la Sporting Savio considerata la forza e la classifica degli avversari. Con questo risultato i gelesi restano nella scia dei play-off, lontani 5 lunghezze, un obiettivo ancora non del tutto compromesso.
I biancorossi del presidente La Rosa invece vincono tra le mura amiche del Pala Cossiga contro la Ramacchese, fomazione che li precede in classifica, e si allontanano momentaneamente dalla zona calda. In casa Futsal Macchitella adesso si spera che questa vittoria riesca una volta per tutte a rimettere in carreggiata una formazione apparsa poco lucida negli ultimi cinque impegni stagionali. Le quattro sconfitte consecutive pesano ancora nell’economia della classifica e il fantasma dei play-out è ancora lì, ad un punto di distanza, decisamente troppo vicino per una formazione che puntava ad un campionato tranquillo.

Abbiamo giocato male, forse abbiamo disputato la peggior partita della stagione, e non siamo stati in grado di trovare la via del gol sia per demerito nostro sia per merito del loro portiere“- così mister Emanuele Ministeri analizza il match contro il Città di Joppolo vinto con molta sofferenza dopo aver chiuso la prima frazione di gioco sotto di due reti. Alla fine il Gela Calcio a 5 si imporrà per 4-2 grazie alle reti di capitan Maganuco su calcio di rigore, Cauchi e la doppietta di Moscato. “Se siamo stati in grado di vincere questa partita è stato soprattutto grazie al carattere di questa squadra: ho un gruppo di ragazzi fantastici e tutti tenevano a questa partita, anche coloro che non stavano al cento per cento come Maganuco (visibilmente claudicante durante tutto l’arco del match, ndr). Adesso ci prepariamo a raccogliere le forze per le ultime partite tra mille difficoltà: la squadra è falcidiata dagli infortuni e questo di certo non aiuta nemmeno ad allenarsi in maniera decente, ma confido nella forza del gruppo.” I biancoazzurri sono primi in classifica e le statistiche confermano quanto troppo forte sia  stata per gli avversari:”La prima cosa che faccio quando mi siedo su una panchina, è concentrarmi sulla fase difensiva perchè è soprattutto grazie ad essa che si vincono i campionati, e penso che quest’anno lo abbiamo ben dimostrato vincendo praticamente tutte le partite tranne il match conto il Città di Nissoria, un 5-5 per il quale ho ancora un chiodo nel cuore perchè vincevamo 4-1 e abbiamo subìto la rimonta proprio negli ultimi dieci minuti.” A chi gli fa gli auguri per la promozione ottenuta, mister Ministeri si dimostra più scaramantico che mai:”Fino a quando non ho la certezza aritmetica della vittoria del campionato, io non festeggio. Ne ho viste fin troppe da quando faccio l’allenatore, quindi dovrà essere soltanto la matematica a darmi il tanto atteso verdetto.” Nella prossima settimana i biancoazzurri faranno visita al Città di Nicosia, penultima del girone, e a quattro giornate dal termine conducono la classifica con ben sette punti di vantaggio sulla seconda.  

Articoli correlati