Gallo: Gela città incasinata

Una città incasinata. Questo quanto dichiarato da Salvatore Gallo, consigliere del Pd. Il consigliere si riferisce ai disagi che in questi giorni hanno dovuto sopportare i residenti di via Cairoli.  Il primo riguarda il cambio di senso di marcia, in cui è stata coinvolta anche la via Cocchiara, avvenuto venerdì 4 settembre, e riguardante il prolungamento della  ZTL in corso Vittorio Emanuele.  “Mi si è chiesto di spostare la macchina perché dovevano essere rifatte le strisce pedonali. Lo stupore – ha detto il consigliere -nasce quando apprendo che qualcuno, non so chi dell’amministrazione, aveva deciso di cambiare anche la carreggiata di transito, pertanto si parcheggerà a destra e si transiterà a sinistra. Lo scienziato pensatore che ha organizzato la scena di qualche probabile incidente, non si è accorto che il marciapiede di sinistra misura appena 25 centimetri. Facile intuire che uscendo da casa, ci si troveranno le autovetture in transito proprio accanto ai piedi. Ed ancora lo scienziato, ha ben pensato di fare disegnare le strisce pedonali sul parcheggio riservato ai diversamente abili e di fare spostare i cartelli nella carreggiata opposta. In una carreggiata ci sono i parcheggi per i disabili e nell’altra ci sono gli appositi cartelli, ne consegue che tutti possono sostare l’auto  senza essere sanzionati e i disabili, quelli veri, rimangono a bocca asciutta”
L’altro disagio riguarda il fatto di spostare l’auto in occasione della processione della Madonna senza  nessun avviso o ordinanza affissa nei muri della strada
 

Articoli correlati