“Garanzia giovani”: arrivano i primi pagamenti, soddisfatta l’associazione CODICI

Dopo mesi di attesa, arrivano i primi pagamenti per i siciliani che hanno aderito al programma “Garanzia Giovani”.

La situazione infatti sembrerebbe essersi sbloccata definitivamente per gli iscritti al progetto che aspettavano ancora di ricevere quanto gli spettava. Ad aderire nella città di Gela sono stati circa ottocento giovani. La Regione aveva terminato i fondi disponibili per retribuire i tirocinanti: tutti i ragazzi che avevano svolto lo stage nel periodo tra il mese di ottobre e i primi di aprile non avevano ricevuto parte dei soldi o addirittura le intere mensilità.

Il caso sarebbe scoppiato qualche mese fa, quando l’Inps avrebbe rispedito all’assessorato i plichi contenenti le pratiche dei tirocinanti. L’errore sarebbe stato quello di accettare tutte le richieste di tirocinio, a causa delle quali i fondi non sarebbero poi bastati.

“Una maggiore competenza e attenzione da parte degli uffici regionali competenti avrebbe evitato sicuramente questo disastro – ha affermato Salvo Camiolo, segretario locale dell’Associazione CODICI – dopo mesi di battaglie e continuo monitoraggio, arrivano i primi segnali positivi. Questo è frutto di un impegno e di un percorso intenso a sostegno di tutti i giovani che ancora una volta sono stati penalizzati e illusi”. Ad oggi, stando a quanto comunica l’associazione, dopo la prima rimodulazione della spesa di circa venti milioni di euro,che ha permesso una prima boccata di ossigeno, è stato pagato circa il settanta per cento delle mensilità spettanti.

“Il mio auspicio – ha concluso Camiolo – è che la restante parte arrivi prima della conclusione della stagione estiva, sperando che nel prossimo bando questa tragicommedia non si ripeta più”.