GdF Gela: 120 capi di abbigliamento sequestrati, donati ai poveri della città

Saranno consegnati oggi ad una casa famiglia del territorio, dalla Guardia di Finanza di Gela circa 120 capi di abbigliamento, frutto di diverse operazioni sequestro di merce contraffatta effettuate in città. Destinataria  di questa donazione è l’associazione Gela Famiglia. “Si tratta – ci ha detto il capitano della Guardia di Finanza, Massimo De Vito – del 15% della merce sequestrata, cioè quei capi dove è stato possibile rimuovere le etichette cucite o impresse a caldo”. Sono i militari stessi ad asportare il marchio, per rendere donabile i capi di abbigliamento che giacciono nei magazzini della Guardia di Finanza “In tale modo – ha sottolineato il Capitano – trasformiamo il sequestro in un’azione umanitaria, a forte valenza sociale a favore dei più bisognosi”. La merce che verrà donata oggi riguarda l’operazione di sequestro effettuata tra le bancarelle della festa della Madonna delle Grazie del 2 luglio scorso, e di due, tra le tante operazioni di controllo, effettuate durante il mercato settimanale del martedì. ” Della merce sequestrata – ha asserito De Vito – aspettiamo la perizia da parte delle Griffe, che ci comunicano se la merce sia contraffatta o meno, e poi a seguito di disponibilità che ci arriva dalla procura della Repubblica, provvediamo, ove possibile rimuovere i segni identificativi delle svariate marche, alla donazione”.  Le operazioni di sequestro sono finalizzate alla lotta alla contraffazione, nell’intento di voler ripristinare le condizioni minime di legalità per l’esercizio regolare del commercio da parte dei tanti commercianti onesti e rispettosi della legge.

Articoli correlati