GdF: positivo il bilancio dell’attività svolta nel 2014 nel nisseno. Ecco i numeri

È un bilancio positivo, quello della attività svolta dalla Guardia di Finanza di Caltanissetta nel 2014. Obiettivo principale è stata la lotta all’elusione e all’evasione fiscale che sottraggono risorse alle casse erariali, ripercuotendosi sulla collettività.

Contrasto alle frodi fiscali e all’economia sommersa. Sono state 640 le attività ispettive fiscali,riciclaggio e patrimoniali,  e 2287 controlli sugli scotrini fiscali. Sono state 84 le persone denunciate per reati tributari, e a 5 sono scattati gli arresti. Poi vi sono stati i controlli per “sommerso d’azienda”, coloro che sono stati sconosciuti al fisco sono 25, cioè gli evasori totali,  e 8 paratotali, cioè evasori che non hanno dichiarato reddito superiore al 50%.  Sono stati scoperti 85 lavoratori in nero, e/o irregolari, per i quali sono stati emessi 31 verbali nei confronti di altrettanti datori di lavoro. Va rilevato che nei confronti di soggetti che hanno commesso reati fiscali, ponendo in  essere condotte illegali allo scopo di accrescere indebitamente il proprio patrimonio, sono stati sequestrati beni per il valore di 29,2 milioni di euro. Per quanto riguarda le emissioni di scontrini fiscali degli esercizi commerciali  sono stati verificati 875 violazioni per mancata emissione, con e altre violazioni pari al 49,6% dei controlli effettuati. E causa di mancata emissioni di documenti fiscali, sono  state chiusi 41 esercizi commerciali.

Vigilanza sulla spesa pubblica. Per quanto riguarda la spesa pubblicala Guardia di Finanza ha effettuato 118 controlli su ticket sanitari e prestazioni sociali agevolate (cioè gli aiuti economici e i servizi di assistenza nei confronti di cittadini che si trovano in determinate condizioni economiche), in questo caso sono state rilevate 41 irregolarità. Con riferimento alla spesa comunitaria i finanzieri di Caltanissetta hanno eseguito 108 interventi, denunciando 54 persone e arrestandone 1. Nel comparto sono stati controllati tributi pari al valore di 3.526.000 euro, contestando indebite percezioni pari al 1540.590 euro. Per quanto riguarda le frodi fiscali al bilancio nazionale, sono stati effettuati sei interventi che hanno portato alla denuncia di 146 soggetti e ad 1 arresto. A costoro sono state contestate indebite percezioni per un valore di 915.702 euro a fronte di 972.246 euro di contributi controllati. 

Attività di contrabbando. Il contrabbando di sigarette non è un fenomeno diffuso nella provincia nissena. Sono state sequestrati  9 chili di sigarette, vendute senza le necessarie autorizzazioni ,e sono stati verbalizzati 9 soggetti.Nell’ambito de contrasto alle frodi nella distribuzione al dettaglio dei prodotti energetici, gli agenti sono intervenuti negli impianti di distribuzione stradale, nell’intento di riscontrare l’effettivo quantitativo di carburante erogato dalle colonnine, nonché la qualità merceologica. Nel complesso sono state denunciate 193 persone es ono stati contestati 1.396.045 euro di tributi evasi e sequestrati 22,152 Kg di oli minerali agevolati, e 8 automezzi. Sono state accertate frodi di prodotti energetici per 5009 Kg.

Contrasto al gioco illegale. Per quanto riguarda il contrasto al gioco illegale, i finanziari hanno posto sotto sequestro 25 apparecchiature.

Aggressione agli interessi economici-finanziari. Per quanto riguarda il contrasto alla delinquenza organizzata, sono stati colpiti gli interessi economici e patrimoniali, con confische pari a 341.403.310 euro di beni immobili e mobili, che corrispondono al 46,57% di quanto confiscato dal Corpo in ambito nazionale. Inoltre sono stati sequestrati beni per un valore di 163 milioni di euro, e proposti sequestri per altri 16.321.981 euro.

Lotta alla contraffazione. Nella lotta alla contraffazione e al falso Made in Italy, la Guardia di finanza ha sequestrato: 3554 capi di abbigliamento e accessori, per un valore di 137 mila euro. Inoltre sono stati sequestrati 301 pezzi di ricambi di carrozzeria per un valore di 12000 euro, e 5.806 tra Dvd e Cd contraffatti, per un valore di 17300 euro