Gela: 15 volontari da tutto il mondo per un workcamp all’acropoli

Dal 3 al 19 luglio prossimo 15 giovani volontari da tutto il mondo saranno a Gela, per realizzare progetti in grado di valorizzare la comunità. Si tratta di campi di volontariato, “workcamps”, che vede coinvolti Cantiere Gela e Lunaria, organizzazione non governativa in Italia tra le principali strutture di animazione internazionale.

Sono diverse le associazioni in rete che porteranno Gela nuovamente alla ribalta internazionale giovanile. Il progetto è coordinato dal Centro Studi Micos insieme al “Gruppo Archeologico Geloi e l’Ecomuseo del Golfo di Gela in collaborazione con la piccola Casa della Divina Misericordia, la Casa del Volontariato, la scuola media San Francesco ed il Polo Museale di Gela. A coordinare il campo sarà Giuseppe La Spina che sarà collaborato dallo staff di animazione internazionale composto da Michele Curto, Gero Bongiorno e Mario Bracciaventi.

I volontari collaboreranno con i locali e saranno impegnati su un sito di rilevanza per la città di Gela: l’acropoli. Dopo il lavoro nel sito archeologico, i volontari incontreranno la comunità locale, vivranno la movida Gelese. Si pagheranno il viaggio ed in cambio riceveranno ospitalità dalla città presso alcune stanze dell’ex convento agostiniano, pranzeranno presso la mensa della zona industriale e ceneranno presso la mensa della Piccola Casa della Divina Misericordia.

Il centro storico per due settimane sarà pertanto un centro di promozione internazionale del volontariato giovanile. I quindici giovani tra i 20 ed i 30 anni provengono da Serbia, Grecia, Turchia, Spagna, Taiwan, Russia, Francia. Ucraina, Germania e Bielorussia. Il campo è realizzato totalmente dalle associazioni senza contributi pubblici.

Articoli correlati