Gela: il 25% degli elettori al voto. Tra delusione e speranza

Si aggira intorno al 25% la percentuale dei votanti gelesi alle 18:30. Corridoi vuoti, e  una città totalmente in silenzio. Addio alle lunghe file davanti la porta delle aule per aspettare il proprio turno. E in chi si dirige ai seggi elettorali la speranza di un cambiamento  per la città, spesso cede il passo alla sfiducia nella politica.   Gli anziani più dei giovani si stanno recando nelle scuole, di giovani se ne vedono pochi, proiettati ormai verso la fuga dalla Sicilia.

“Speriamo che il prossimo governatore possa riportare riportare a casa i nostri nipoti”. Qualcuno ha detto. L’esperienza con il precedente governatore ha lasciato l’amaro in bocca. Gela cinque anni fa ha sognato di avere  una grande opportunità.