Gela, 2558 disoccupati. Ma in tanti sono andati via. Ecco i dati del Centro per l’Impiego

Con la chiusura dello stabilimento la crisi nella città di Gela è sotto gli occhi di tutti.

Tante le attività che hanno chiuso negli ultimi anni, anche alcune di quelle storiche hanno gettato la spugna.  

Per i giovani ormai sono ben poche le speranze di trovare lavoro nella propria città. Molti di coloro che hanno intrapreso gli studi universitari non sono più ritornati dopo aver conseguito la laurea. Ma anche chi non ha deciso di continuare gli studi, dopo il diploma di maturità, è stato comunque costretto a lasciare Gela, alla ricerca di un futuro migliore.

Nell’anno 2018 sono 2558 i disoccupati  che sono iscritti al Centro per l’impiego sito nel Palazzo Pignatelli, nella speranza di seguire qualche corso formativo, finanziato dalla Regione, e avere quella piccola paga giornaliera. Poi tra questi c’è qualche fortunato che magari riuscirà a trovare un lavoro.

Il numero degli iscritti al Centro per l’Impiego di Gela ha avuto quest’anno una flessione, dovuta non all’aumento degli occupati, ma all’incremento dei giovani che hanno deciso di lasciare la città.

I disoccupati iscritti nell’anno 2018 al Centro per l’Impiego sono per la maggior parte uomini. I numeri rivelano che su 2558 disoccupati, 1580 appartengono al sesso maschile, mentre 978 sono donne.

La fascia con più disoccupazione è quella che va oltre i 25 anni, con un totale di utenti di 1844, divisi in 1188 maschi e 656 donne.

I giovani tra i 18 e i 25 anni ufficialmente disoccupati sono 714, divisi in 392 maschi e 322 donne.

Naturalmente questi sono i numeri che rivelano quante persone siano realmente in cerca di lavoro. Ricordiamo che c’è una fetta di giovani che è rimasta  in città che non si rivolge nemmeno al Centro per l’Impiego, o perché crede che questa non sia la soluzione per trovare lavoro, o perché magari il lavoro non lo cerca nemmeno.

Maria Chiara Sciascia