Gela, 7 chili di droga nelle cassette di frutta. Arrestati padre e figlio

Avevano a casa un vero e proprio deposito di droga, con oltre 7 chili di marijuana, lasciata ad essiccare in alcune cassette da frutta e scatole di cartone, oltre che ad una macchina per il confezionamento sottovuoto ed un bilancino di precisione.

La scoperta è avvenuta da parte di Carabinieri di Gela, che hanno proceduto nella notte tra sabato e domenica, ai controlli del territorio, in collaborazione dei militari della Sezione Radiomobile del Norm.

Arrestati padre e figlio, rispettivamente P.S. di 63 anni e P.G. di 22 anni, ,già noti alle Forze dell’Ordine. I due dovranno rispondere di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

L’arresto è avvenuto ieri quando i due, appartatisi in macchina in un’area defilata sul lungomare di Gela, sono stati sottoposti a controllo da parte dei militari operanti che, insospettiti dal loro atteggiamento nervoso ed agitato, hanno proceduto alla  perquisizione.

A bordo del veicolo sul quale i due familiari stavano i Carabinieri hanno rinvenuto, abilmente nascosto, un sacchetto contenente circa 40 grammi di marijuana oltre che un coltello da cucina di grosse dimensioni.

A seguito del ritrovamento i militari hanno quindi esteso la perquisizione presso il domicilio dei soggetti dove è avvenuta la scoperta del grande quantitativo di droga.

Entrambi i fermati sono stati tratti in arresto e posti disposizione della Procura della Repubblica di Gela, che coordina le indagini.

Proseguono sempre con la massima attenzione i controlli del territorio e dei luoghi di aggregazione dei giovani da parte dei Carabinieri e delle altre Forze dell’Ordine per garantire il sereno e sicuro trascorrere delle serate gelesi.