Gela a secco, interi quartieri in ginocchio per la mancanza di acqua

Gela torna a sprofondare nell’incubo della carenza idrica. Da giorni, infatti, in città ci sono interi quartieri a secco a causa di problemi nella normale erogazione.

Un vero e proprio black-out quello che si è registrato nella zona del centro storico, nei quartieri a ridosso della via Crispi e Albani Roccella. Una situazione ai limiti dell’invivibilità, coi disagi che ne conseguono per la pulizia della casa e non solo. “È accettabile che nel 2015 si assista ancora a questi spettacoli che offendono la dignità umana? – ha tuonato il candidato a Sindaco, Lucio Greco – può ancora la città sopportare la mancanza d’acqua per diversi giorni o settimane a fronte di bollette così salate? Qualche giorno fa ho visitato le vie del quartiere ‘Baracche’, una zona disagiata e abbandonata e ho dovuto assistere alle lacrime di una donna di novantadue anni costretta a elemosinare una goccia di acqua da parenti e vicini di casa. Come è possibile assistere inermi a uno scempio di tale portata che si trascina da anni? – ha continuato Greco – non lo so a quale risultato porteranno le elezioni amministrative del 31 maggio prossimo, ma di sicuro so che mi batterò fino alla fine contro questa vergogna!”. Intanto, proprio nei giorni scorsi diversi lettori ci avevano contattato manifestando la propria rabbia per la mancata erogazione e i rubinetti a secco sia nella zona alta sia nella zona bassa della città. Insomma, il disagio non fa sconti a nessuno.

Articoli correlati