Gela: sabato, addio alle Commissioni mediche invalidità civile. Tutto passerà all’Inps di Caltanissetta

Si riunirà per l’ultima volta il 28 Novembre 2015 la Commissione Asp Invalidi Civili a Gela, dopodiché le visite mediche saranno gestite interamente dall’Inps di Caltanissetta, con un grave disagio per i cittadini che saranno costretti a percorrere 80 chilometri per effettuare la prima visita. Una  morte annunciata per un servizio sanitario di alta professionalità che finora  é stato svolto nella nostra città fortemente ad alto rischio ambientale per l’alta percentuale di patologie tumorali. Questo quanto messo in evidenza da Silvio Lisciandra, presidente dell’Associazione “Corsa per la vita”.  

“Dopo questo disastro tutto siciliano, e senza una strategia del nostro illustre concittadino e Presidente della Regione Sicilia, On.Rosario Crocetta- ha detto Lisciandra-  le periferie siciliane raggiungeranno al più presto lo status di paesi da Terzo Mondo, ma Corsa per la Vita mette anche in conto il silenzio assoluto del Sindaco di Gela, Domenico Messinese, il primo responsabile della salute del popolo gelese, che tra l’altro dopo cinque mesi dalla sua elezione a Sindaco di Gela, non è ancora in grado di far decollare le commissioni consiliari, Commissione Sanità in primis, organismi già in pericolo per mancanza di democrazia, ma salvaguardando le nomine di tecnici e consulenti a lui graditi, un brutto vizio dal quale nemmeno il M5S ne è uscito indenne, e con il risultato finale che questo Sindaco che tira solo a campare, tiene ancora ad interim la delega alla sanità, ed è quello che si meritano i gelesi, purtroppo anche per quelli che non l’hanno votato”.  É evidente che con la gestione da parte dell’Inps delle invaliditá, spariranno anche gli uffici Asp in cui poter chiedere copia originale dei certificati. Quindi anche per la documentazione si sarà costretti ad andare a Caltanissetta. 

 “Anche i consiglieri di maggioranza e pseudo opposizione – ha aggiunto Lisciandra-  hanno le loro colpe, per il silenzio volutamente assordante che li porterà alla fine di tutta la legislatura con tutta tranquillità, con una perdita di valori che allo stato attuale la città gelese non si può permettere!”. 

 

Articoli correlati