Gela, al via i festeggiamenti per la Vergine Maria: si inizia con lo sparo dei 12 colpi di cannone. Ecco il programma

Avranno inizio il prossimo 28 novembre, con lo sparo di dodici colpi a cannone e lo scampanio festoso, i festeggiamenti in onore di Maria SS. Immacolata, patrona principale della regione Sicilia, venerata nella Chiesa di San Francesco d’Assisi guidata dal parroco don Lino di Dio.

Tutto il novenario in preparazione alla festa sarà un avvicendarsi di fedeli che, in osservanza di un’antica tradizione, rinnoveranno il rito della venerazione della sacra effige con il canto dello stellario.

La predicazione, centrata sul tema dei festeggiamenti che quest’anno reca il titolo “Colma sei di Santitade”,  vedrà alternarsi le voci dei vari sacerdoti della forania di Gela al mattino e di don Giuseppe Siracusa la sera.

Si entrerà nel vivo dei festeggiamenti già a partire da Sabato 1′ Dicembre, con la celebrazione eucaristica presieduta dal nostro Vescovo Mons. Rosario Gisana con la partecipazione dei fratelli dell’UNITALSI, a cui seguirà l’omaggio a Maria delle corali riunite in occasione della visita del Santo Padre.

Domenica 2 dicembre sarà, invece, la volta delle mamme in attesa che affideranno alla Vergine Immacolata la vita nascente nel proprio grembo; a seguire il concerto di musica sacra dei ragazzi del Movimento Giovanile San Francesco. Altri appuntamenti vedranno coinvolte diverse realtà di Gela: dalle associazioni che si occupano dell’assistenza ai poveri ai gruppi famiglia della città, passando per i giovani e i marinai, portatori del simulacro.

Ampio spazio anche al sacramento della riconciliazione e alla celebrazione dell’Inno Akathistos, anche quest’anno presieduto da P. Nicolae Chilcos, con la partecipazione della comunità ortodossa rumena presente in città che renderà omaggio alla Tuttasanta Madre di Dio.

Il culmine dei festeggiamenti si avrà giorno 8 Dicembre, con il solenne Pontificale delle ore 11:00 presieduto da Sua  Em.za Rev.ma Sig. Cardinale Paolo Romeo, Arcivescovo emerito di Palermo, alla presenza delle autorità civili e militari della città, durante il quale il Commissario Straordinario, a nome della città, rinnoverà il voto di fedeltà alla Vergine Maria accendendo, come da antica tradizione, la lampada votiva.

 

Nel pomeriggio alle ore 16:00 con la presentazione dei bambini alla Vergine Immacolata e l’antico canto delle litanie prenderà avvio la solenne processione del Simulacro per le vie della città; al rientro fuochi piro-musicali in piazza San Francesco.

I festeggiamenti si concluderanno domenica 9 dicembre con la Celebrazione Eucaristica di ringraziamento e il concerto della corale polifonica “Harmonia Ensamble” di Caltagirone.