Gela, al via il ballottaggio. Calo fisiologico di votanti

Al via il secondo turno di voto per 65861 cittadini gelesi aventi diritto a esprimere la propria preferenza tra i due candidati sindaco che hanno avuto accesso al ballottaggio. Nel primo turno Domenico Messinese ha preso 8593 voti, mentre il sindaco uscente Angelo Fasulo ha preso 8414 voti. I votanti sono stati 45184, mentre 10 mila voti sono andati persi per il sindaco. Tra il primo e il secondo turno il calo dei votanti é fisiologico. Nel 2010 é starò di circa il 25%. Considerando però che nel primo turno il calo del voto per il sindaco c’é stato, corrispondente al 20%, si prevede che il 7% degli aventi diritto non si recherá alle urne. Da comprendere la motivazione che hanno portato i votanti del primo turno a non optare per il sindaco, ma solo per le liste. Molti non hanno compreso le modalitá di voto, per cui erano nella convinzione che votando le liste si votava anche il relativo sindaco. Altri non hanno scelto per convinzione di non votare nessuno. Intanto il Movimento cinque stelle gioca la partita della sua vita, e per Angelo Fasulo sará una rincorsa all’ultimo voto, non tanto per la manciata di voti che lo hanno differenziato da Domenico Messinese, nel primo turno, differenza recuperabile, ma per le insidie che si nascondono nel suo partito. Considerando i voti per le liste nel primo turno, nel ballottaggio si prevede un testa a testa. Ma se si considera che i candidati sindaco del primo turno hanno espresso la loro preferenza per i grillini, tranne Di Dio che non si é pronunciato, non ci dovrebbe essere partita. 

Articoli correlati

Tagged with: