Gela: arrestati due albanesi “pericolosi”. Uno non poteva soggiornare in città, l’altro in Italia

Uno ha violato l’obbligo di permanenza nel territorio italiano, l’altro ha violato l’obbligo di soggiorno presso il comune di Gela,  oltre ad aver violato gli obblighi inerenti la sorveglianza speciale. Per tale ragione gli agenti del Commissariato di Gela hanno arrestato ieri sera due albanesi. Si tratta dei due fratelli Bodinaku Igland, e Bodinaku Malvin , rispettivamente di 25 e 24 anni. L’operazione di arresto è avvenuta nel corso dell’attività in cui gli agenti hanno fermato un veicolo che, con fare sospetto viaggiava sulla Gela-Catania ss 117 bis. Durante il controllo sono stati identificati quattro soggetti, tra cui i due fratelli albanesi. I due fratelli viaggiavano, quindi con altri due soggetti, che hanno precedenti penali e che sono stati denunciati per il reato di favoreggiamento. I due fratelli sono noti alle Forze dell’Ordine per la pericolosità, avendo compiuto reati contro il patrimonio, contro la persona e in materia di stupefacenti, nonchè di pericolo di fuga. I due soggetti sono stati condotti alla Casa Circondariale di Gela.