Gela: assistenza legale gratuita per le donne vittime di violenza

Le donne vittime di violenza potranno essere assistite legalmente con un gratuito patrocinio. Lo ha annunciato l’assessore ai servizi sociali Licia Abela. Manca una settimana alla Giornata contro la violenza sulle donne, e sono tante i casi di denunce a Gela  di chi è vittima di maltrattamenti o atti persecutori. A tal proposito è stato inaugurato lo scorso anni  a Gela lo sportello Anghelas un mezzo di supporto per le donne e i minori vittime di violenza. A questo è seguita l’istituzione dello sportello di ascolto Anghelas attivo tre giorni alla settimana: il lunedì e il giovedì, dalle ore 8,30 alle ore 11,30, e il martedì dalle ore 15,30 alle ore 17,30.
In questi giorni si stanno intensificando gli incontri con associazioni, volontari, consiglieri, medici e forze dell’ordine, per fare il punto sulla rete antiviolenza. È emerso che spesso alle denunce non si riesce a trovare subito disponibili sostegni concreti come medici, psicologi, assistenti sociali, medici disponibili anche di notte. Per tale ragione il tentente Michele Cerri ha proposto di istituire un elenco di personale reperibile ognuno con le proprie competenze. Oltre allo sportello Anghelas, è stata dedicata una stanza, all’interno del reparto dei Carabinieri,  proprio alle donne vittime di violenza, anche in ospedale è stato istituito il codice bianco-rosa, e le associazioni stanno svolgendo un gran lavoro. Anche se spesso manca la comunicazione tra di loro. Mercoledì prossimo seguira un altro incontro a palazzo di Città. 

Articoli correlati