Gela: attirare investitori sui beni del Comune, tramite l’Agenzia del Territorio

L’amministrazione messinese sta avviando una collaborazione con l’Agenzia del Territorrio,  che ha il compito di costituire l’anagrafe dei beni immobiliari esistenti sul territorio nazionale,  per cercare di attirare degli investitori gelesi ma anche di fuori, sul patrimonio comunale che non è stato messo a reddito. Questo quanto riferito dal neo assessore al Patrimonio e alla Pianificazione Giovambattista Mauro.

Tanti gli immobili interessanti, come  la stazione vecchia che potrebbe portare alla riqualificazione del quartiere Margi o via Omero. Anche il parco di Montelungo fa parte di quel patrimonio non sfruttato economicamente dall’amministrazione.

Lì vi è un caseggiato gigantesco abbandonato e il campo di tiro a piattello di proprietà comunale non più rivalutato.

“I bandi pubblicati nell’Agenzia del territorio sarebbero visibili in tutto il mondo per attirare gli investitori. Gli introiti potrebbero essere investititi in servizi” . Ha detto Mauro