Gela: autolavaggio con moto di ignota provenienza. Sequestro e denunce

Cinque moto da cross, di cui una con il telaio palesemente contraffatto e le altre sprovvisti dei regolare documentazione, sono state sequestrate in un autololavaggio  sito in c.da Margi, di proprietà di T.A., gelese di 31 anni. L’operazione è stata effettuata ieri dagli agenti del Commissariato di Gela, durante le attività di controllo degli esercizi commerciale siti nel territorio gelese. Gli agenti. non essendo in grado di dimostrare la genuina provenienza dei mezzi, hanno sequestrato i cinque mezzi cautelativamente ed il titolare è stato denunciato, ed è in corso il controllo della posizione del titolare circa il  possesso della licenza per la gestione dell’autolavaggio. Sempre ieri gli agenti, coordinati dal questore Bruno Mengale, hanno denunciato il gelese N. G. di 86 anni, per omessa comunicazione della variazione del luogo di detenzione delle armi denunciate. Stessa denuncia anche nei confronti del gelese M. F. 80 anni. Inoltre sono stati controllati 5 esercizi commerciale e 35 persone. Nelle prossime settimane verranno effettuati altri controlli ai vari esercizi pubblici presenti nel territorio al fine di verificare il rispetto delle normative vigenti, e continua la peculiare attività di verifica delle licenze di armi  in merito all’attualità dei requisiti psico-fisici e morali dei titolari.