Gela avrà il suo Blue day 2017: non rimaniamo indifferenti all’autismo

Anche quest’anno ripeterà l’esperienza del Blue day, Giornata Mondiale per la consapevolezza e la sensibilizzazione sull’autismo. I dettagli saranno presentati nel corso di una conferenza stampa domani mattina, presso Palazzo di città. Il Blue day che l’anno scorso ha avuto nella città di Gela la sua prima edizione, e ha svegliato le coscienze su una patologia poco conosciuta. Tante le iniziative al centro storico che hanno coinvolto molti cittadini. “Vorremmo che il blu fosse 365 giorni l’anno, e non solo su Facebook. Imbrattatevi le mani e dateci un aiuto vero, non commiserazione.” Questo è stato  sottolineato lo scorso anno al Teatro Eschilo da Gianfranco Caccamo, genitore di un bambino autistico e ideatore, inseme a Marika Cascino, dell’associazione “Il Labirinto di Carta “,  e all’associazione “Oltre il muro” del “Blueday16 Gela”. La città l’anno scorso per la prima volta ha aderito alla Giornata mondiale della Consapevolezza dell’Autismo, una patologia di cui poco si conosce e che porta a chi ne soffre di guardare il mondo con occhi diversi. Con  Selfie, foto, post, in cui istituzioni e cittadini hanno mostrato le loro mani dipinte di blu, il colore simbolo di questa giornata.  “Vi è inquietudine di fronte ad un mondo interiore che non si riesce a comprendere” hanno sottolineato genitori e esperti.