Gela avrà il suo BlueDay, tutto pronto per la giornata mondiale dell’autismo

Gela si prepara anche quest’anno per il Blueday, la giornata mondiale della consapevolezza sull’autismo. A promuovere e a organizzare l’iniziativa sono state le associazioni “Oltre il muro” e “Il labirinto di carta”. In programma un calendario ricco di eventi, attività e laboratori che culmineranno il 2 aprile, momento conclusivo volto a far chiarezza su alcuni aspetti della patologia ancora poco compresi dalle famiglie, come è emerso dai questionari somministrati loro a ottobre.

Ma ecco più nel dettaglio quali saranno gli appuntamenti previsti: dal 20 al 23 marzo, sensibilizzazione con i più piccoli negli istituti comprensivi “Giovanni Verga” e “Salvatore Quasimodo”, diretti rispettivamente da Viviana Aldisio e Maurizio Tedesco; venerdì 24 marzo, dalle 9:30 di mattina, BlueRun organizzata dall’associazione Green&Sport di Giuseppe Veletti, in occasione del Cross di primavera a Montelungo.

Nella giornata conclusiva del 2 aprile, verrà inoltre offerta gratuitamente alla città una lezione magistrale dal titolo “Autismo: i primi segnali in infanzia e i trattamenti efficaci”, che sarà tenuta dalla dottoressa Francesca degli Espinosa, una delle personalità scientifiche di maggior rilievo nel panorama internazionale in materia di Analisi del comportamento applicata (ABA).

Dalle 20:30 in poi, infine, spazio alla NotteBlu nel centro storico di Gela, con la chiesa Madre illuminata a tema, l’intrattenimento per i più piccoli e lo spettacolo Wanted della compagnia Eventi Verticali.

A dare il proprio contributo quest’anno anche l’Aias, proponendo per il 30 marzo un incontro dal titolo “Il mondo dell’autismo”, tenuto dal dottor Vaccaro.

Il progetto, patrocinato gratuitamente dal Comune di Gela, sarà realizzato interamente grazie alle donazioni di alcuni gelesi e delle associazioni promotrici “Oltre il Muro” e “Il labirinto di carta”.