Gela: basta con la pubblicità cartacea che sporca la città. Multe da 100 a 600 euro

Basta sporcare la città di Gela, con cartacce varie. E arrivata un’ordinanza da perte del sindaco Domenico Messinese,  contro la pubblicità cartacea selvaggia. Vietati volantinaggi e affissioni che deturpano il decoro urbano. Depliant ed altro materiale informativo o promozionale potranno essere distribuiti solo nelle cassette della posta o consegnati direttamente a mano nelle abitazioni private, nei locali pubblici o nelle attività commerciali. Il volantinaggio non sarà ammesso ancor meno tra gli automobilisti in prossimità e in corrispondenza degli incroci. Le multe saranno elevate sia alle aziende commissionarie che al personale impiegato per la pubblicità. Per chi contravviene sono previste sanzioni da un minimo di 100 euro ad un massimo di 600 euro, oltre al rimborso delle spese per il ripristino dello stato dei luoghi, mentre i volantinatori andranno incontro a multe dalle 10 alle 60 euro.L’ordinanza infatti, oltre alla tutela del decoro è finalizzata anche al mantenimento della sicurezza urbana. Per quanto riguarda invece le affissioni, saranno sanzionati i manifesti apposti sui pali dell’illuminazione pubblica e della segnaletica stradale, su alberi e altri posti o strutture non autorizzate.

Articoli correlati