Gela: bisognosi di assistenza sanitaria, ma la Guardia Medica è chiusa

Si recano alla Guardia Medica sita in via Butera a Gela, ma trovano la porta chiusa. In tanti ieri sono rimasti in auto ad aspettare invano il medico che ritornasse da una visita domiciliare. La segnalazione viene da un nostro lettore . “Ma è normale che una guardia medica vada a fare le visite domiciliari senza lasciare nessun recapito telefonico a chi ha bisogno di assetenza?” Ha scritto il lettore. E tutti lì ad aspettare fino a mezzanotte. Eppure il presidio di continuità assistenziale (ha la funzione di garantire l’assistenza sanitaria  del medico di medicina generale e del pediatra di libera scelta nelle ore in cui il servizio non e garantito, altrimenti si avrebbe un ingorgo del pronto soccorso. Nel caso in questione il  Pta (Presidio Territoriale di assistenza) è una struttura rivolta a tutti i cittadini che hanno necessità di intervento sanitario classificabile nel codice bianco o verde. La struttura aperta nel 2014 è stata  concepita  per snellire le code nei Pronto Soccorso. Il presidio normalmente è aperto dalle 8,00 alle 20,00 ed il servizio di Guardia Medica aperto dalle 20,00 alle 8,00.