Gela Calcio, 3-0 alla Sancataldese

Pomeriggio di festa per il Gela Calcio allo stadio “Valentino Mazzola” di San Cataldo. La formazione gelese, infatti, nel match valido per la trentunesima giornata del girone I di Serie D, torna a sorridere con un netto 3-0 che va ad infuocare il finale di stagione per la squadra verdamaranto. La Sancataldese, con questa sconfitta, si avvicina pericolosamente in zona play-out, distante appena tre punti.

Mister Infantino si accomoda in tribuna per la squalifica rimediata contro la Cavese allo stadio “Vincenzo Presti”, il timoniere della squadra è, dunque, Marangio Rosario. Con il solito 3-4-3, che conferma in toto l’undici titolare sconfitto dalla squadra campana, la formazione biancazzurra asfalta i padroni di casa e torna a sorridere.

Il match ha visto il Gela dominare per grandi intervalli, ma la Sancataldese s’è mostrata un avversario più che ostico. Una volta prese le misure alle manovre verdamaranto, il Gela accelera i ritmi di gioco e trova il vantaggio al minuto 18′ con l’ex di turno, Montalbano. Con i padroni di casa in totale confusione e storditi dal gol dei biancazzurri, il Gela trova il raddoppio con Campanaro, abile a trasformare un calcio di rigore concesso al minuto 20′ dal direttore di gara, Marotta di Sapri. La reazione dei padroni di casa tarda ad arrivare e il tentativo di Di Marco spaventa il Gela, ma non riesce ad accorciare le distanze. LA prima frazione di gioco si chiude sul 2-0 per i biancazzurri.

La ripresa vede sempre il Gela fare la partita. Alma è particolarmente ispirato, e quest’oggi al “Mazzola” come nelle utlime uscite sembra effettivamente l’uomo più in forma della squadra di mister Infantino. Anche oggi, dunque, l’esterno biancazzurro si mette in bella mostra: al 21′ minuto, dopo una splendida triangolazione con Montalbano, il niscemese firma la rete del tre a zero che mette in cassaforte i tre punti per il Gela. A nulla valgono i tentativi finali del Sancataldo il cui vero ed unico pericoloso tentativo viene sventato dall’estremo difensore Saitta.  Al triplice fischio, tripudio sugli spalti per i tanti gelesi accorsi ad assistere a questo match.

Il Gela Calcio, con questa vittoria, rosicchia due punti alla Palmese, che ha pareggiato 1-1 contro il Pomigliano, portandosi a sole sei lunghezze di distanza. Nel frattempo, la Leonzio, complice la sconfitta della Cavese contro il Roccella per 3-2, ottiene la promozione matematica in Lega Pro con tre giornate di anticipo.

Prossima settimana, al comunale “Vincezo Presti” il Gela ospiterà la Turris, quest’oggi sconfitta dall’Igea Virtus per 3-0. La formazione punterà ad onorare il campionato sperando in un miracolo per accedere nei play-off.

 

Articoli correlati