Gela Calcio, 6 ancora al comando!

Festa grande quest’oggi al “Vincenzo Presti”per la squadra biancazzurra allenata da mister Brucculeri. Dopo la sofferta vittoria ottenuta sul difficile campo di Mazara del Vallo per 2-1, il Gela Calcio ospita nel turno casalingo il fanalino di coda del Girone A del campionato di Eccellenza. Il Libertas non è affatto un impegno proibitivo, ma l’eccessiva sicurezza di conquistare i tre punti potrebbe però complicare i piani della società biancoazzurra che, ora che si trova al comando della classifica, non può permettersi il lusso di pericolosi passi falsi per continuare ad inseguire l’obiettivo della Serie D, il minimo per una città che ha vissuto la gioia e le emozioni di categorie superiori. Il Gela non fa sconti all’ultima in classifica e si impadronisce del gioco fin dalle prime battute mettendo più di una volta alle corde un avversario che non è riuscito a porre rimedio alle giocate di Bonaffini & Co. Al minuto 13 Nassi, il cui colpo di testa in precedenza era stato fermato sulla linea da un difensore avversario, con una splendida sforbiciata trova il vantaggio e per il Gela la strada è tutta in discesa. Al 17′ uno scatenato Scerra trova il palo, ma non sarà questo iniziale momento di sfortuna a fermare il centrocampista biancazzurro. Il Gela abbassa il ritmo di gioco pur controllando costantemente il match e solo al minuto 45′ trova il raddoppio con Mincica che di fatto chiude la prima frazione di gioco. La ripresa comincia subito con il botto: Scerra al 1′ firma il 3-0 e tre minuti più tardi Campanaro sugli sviluppi di un corner trova il 4-0. Il Gela continua a rendersi pericoloso con i vari Bonaffini, Scerra e Mincica, ma è Nassi a trovare il 5-0 al minuto 28′. La sesta rete arriva nel finale di secondo tempo ancora con Scerra abile a sfruttare un perfetto assist di Mincica. Con questi tre punti il Gela fa ancora valere la legge del “Presti” e approfitta dei passi falsi delle dirette inseguitrici. In questo fine settimana la squadra del presidente Angelo Tuccio si porta a cinque lunghezze di vantaggio dalla Sancataldese che non va oltre l’1-1 contro il Raffadali che era passato in vantaggio, e allunga a sei punti il vantaggio sul Dattilo Noir che perde 3-1 il derby trapanese contro il Paceco e precipita in terza posizione. Per il Gela Calcio da oggi la Serie D è sempre più vicina!

Articoli correlati