Gela Calcio, Alma vittoria!

Dopo tre sconfitte consecutive, il Gela Calcio torna a vincere, e lo fa davanti al proprio pubblico. Al “Vincenzo Presti” la squadra biancazzurra, per scacciare i fantasmi delle ultime tre disastrose uscite, ospita il Roccella, formazione in piena zona play-out. L’ambiente gelese deve tornare alla vittoria assolutamente se vuole rimanere attaccata al sogno play-off. Contro la squadra ospite, dunque, mister Infantino manda in campo una formazione visibilmente rimaneggiata: Vizzì tra i plai al posto dell’indisponibile Saitta; tra i tre difensori Evola, Noto e Campanaro; a centrocampo Bruno, Alma, Chiarenza, Chidichimo; e in avanti Montalbano e Kosovan a supportare Nassi.

La partita. Al minuto 21′ Ficarotta impegna dalla distanza Virzì che blocca in due tempi, e al minuto 31′ sempre lo stesso attaccante mette i brividi al pubblico presente sugli spalti del “Presti” colpendo una clamorosa traversa. Al 40′ ancora il Roccella pericoloso con Franco il cui tentativo però si infrange sul palo. Al 43′ minuto arriva l’azione più pericolosa per il Gela: Kosovan con il sinistro prova dalla distanza, ma il suo tentativo viene sventato dai guantoni dell’estremo difensore Mittica. Dopo un minuto di recupero, l’arbitro manda le squadre negli spogliatoi e il dato è eclatante: il Gela soffre e sembra in totale balia dell’avversario.
Nella ripresa è tutto un altro Gela. Al minuto 8′ Alma con una splendida azione personale, condita da slalom, porta il Gela in vantaggio. Al 14′ Kanfrì del Roccella ristabilisce la parità. Al 30′ minuto il Gela trova il vantaggio con un calcio di punizione che Alma sfrutta con astuzia e trafigge Mittica per la seconda volta. Dopo cinque minuti sofferti per l’assalto degli ospiti, il Gela può esultare per il triplice fischio del direttore di gara.

Per il Gela, la vittoria riimediata contro il Rende è alma (un delisioso gioco di parole che non poteva non coincidere con l’esterno biancazzurro, la cui assenza in questa stagione si è fatta sentire e che, dopo questa prestazione, potrebbe ritrovare il meritato spazio nello scacchiere di mister Infantino), nutriente, tre punti che rilanciano le ambizioni dei biancazzurri e galvanizza un ambiente che fino alla scorsa settimana è stato caratterizzato da una pesante depressione. Grazie a questa vittoria il Gela approfitta dei passi falsi della Palmese, sconfitta dalla Leonzio, e della Turris, sconfitta dal Rende, e si porta a due lunghezze dalla zona play-off, un tragurado che fino alla scorsa settimana sembrava essere totalmente compromesso.

Prossima settimana, il match impegnativo contro l’Aversa Normanna potrà proiettare il Gela nuovamente in piena zona play-off visto lo scontro diretto tra Palmese e Turris.