Gela Calcio, contro il Gragnano prestazione horror

Incredibile al “Presti”! È incredibile il risultato maturato tra Gela Calcio e Gragnano allo stadio “Vincenzo Presti”! Tra l’incredulità dei molti tifosi accorsi a riempire gli spalti dell’impianto sportivo comunale, capitan Bonaffini e compagni si rendono protagonisti di una prova che rasenta i limiti dell’horror e che fa subire alla società biancazzurra la seconda sconfitta casalinga della stagione. Una prova che la squadra di mister Infantino dovrà assolutamente dimenticare studiando anche i gravi errori che non hanno permesso al Gela di agganciarsi al trenino di testa.

Il solito 4-3-3 di mister Infantino che ha ottenuto le tre vittorie consecutive si è inceppato proprio sul più bello, su quella che avrebbe dovuto rappresentare la partita di svolta dell’intera stagione. Così non è andata: infatti, sarà stata la troppa pressione intorno all’ambiente biancazzurro, ma il Gela Calcio non ha saputo concretizzare le tante occasioni da rete create e ha invece subìto gol con estrema ingenuità. Al 10′ Varsi porta in vantaggio il Gragnano; al 22′ Bonanno firma il pareggio e poco più tardi Montalbano ha la grande occasione di riportare i tre punti sui binari gelesi grazie ad un calcio di rigore: il numero 10 però spara alto calciando malamente e la partita prende un’altra piega. Infatti, al minuto 46′ dopo una serie di azioni offensive biancazzurre poco ficcanti, Varsi in contropiede realizza il clamoroso, ed inaspettato anche per lo stesso Gragnano, vantaggio su cui si chiude la prima frazione di gioco. Nella ripresa, non passano molti minuti per vedere un altro gol, sempre degli avversari: Del Sorbo firma il 3-1 che, di fatto, mette fine ai giochi ancor prima che abbiano inizio. Il Gela è annichilito, ma prova ad uscire la testa da sottoterra con qualche timida iniziativa offensiva. Queste però capitano, sciauguratmente, su Candiano e Bonanno (entrambi in giornata negativa) che si divorano dei gol davvero clamorosi e che causano lo smarrimento dei giocatori gelesi, ormai esasperati, sul rettangolo di gioco. Il Gela fino a quel momento aveva creato tantissimo e concretizzato pochissimo, il Gragnano invece aveva tirato in porta appena tre volte concretizzando pienamente le proprie occasioni. Dal 60′ però il Gela esce dai radar di gioco e aspetta mestamente che il match abbia fine. Si segnala sul finale, per gli ospiti, un calcio di rigore (che provoca anche l’espulsione di Chidichimo che salterà l’importantissimo match contro l’Igea Virtus) che si infrange sulla traversa. Finisce dunque 3-1 per il Gragnano con il “Presti” violato per la seconda volta in stagione e che ha visto, già al 80′, alcuni delusi supporters abbandonare anzitempo gli spalti. A proposito della tifoseria, l’appello della società alla coesione delle due fazioni delle curve è caduto nel vuoto.

Prossima settimana il match contro l’Igea Virtus si preannuncia scoppiettante e con entrambe le squadre cariche di spirito di rivalsa vista la sconfitta patita dalla squadra messinese contro la Palmese per 2-0. Un derby, dunque, che ha già il sapore da dentro o fuori soprattutto per la compagine gelese, che in caso di sconfitta potrebbe compromettere anche la piazza play-off.