Gela Calcio e la “D”… di Dattilo

La conquista del titolo del Girone A di Eccellenza per i biancoazzurri del presidente Angelo Tuccio passerà questa settimana su un campo ostico: la trasferta in programma questa domenica contro il Dattilo Noir, terza forza del campionato, riserva non poche difficoltà per il Gela Calcio che in caso di vittoria potrà ottenere la certezza artitmetica della promozione in Serie D e quindi il conseguimento dell’obiettivo stagionale. Dicevamo di una trasferta difficilissima perchè, nonostante il cospicuo numero di tifosi al seguito di capitan Bonaffini e compagni, all’impianto comunale “G. Mancuso” è prevista una numerosa partecipazione di tifosi trapanesi che vorranno sicuramente vedere la propria squadra vincitrice e soprattutto evitare la conquista del titolo da parte dei gelesi dentro il loro stadio. Il Dattilo avrà dalla sua l’obiettivo di fare punti per consolidare la terza posizione in classifica, il Gela invece dovrà scongiurare il rischio reale di cali di tensione per non arrivare a giocarsi l’ultima giornata di campionato al “Presti” con il pericolo di poter inciampare su qualche buccia di banana, un qualche scherzo del destino. Mister Brucculeri avrà dunque il compito di mantenere alta la concentrazione della truppa per chiudere così il discorso campionato a Dattilo. Andando però ad analizzare il regolamento del Torneo di Eccellenza, ecco a cosa potrebbe andare incontro il Gela Calcio: 1. Se i biancazzurri dovessero arrivare primi, otterrebero la promozione diretta in Serie D; 2. Se dovessero condividere la prima piazza a pari punti con la Sancataldese, non varrà lo scontro diretto, bensì si ricorrerebbe ad uno spareggio tra le due formazioni. Al Gela, poichè mancano due giornate alla fine del camiponato e nutre un vantaggio di cinque punti dalla Sancataldese seconda in classifica, basterebbero due punti per la promozione matematica e dunque anche un pareggio potrebbe andar bene per evitare di fare eccessivamente avvicinare i verde-amaranto e giocarsi così tra le mura amiche del “Presti” davanti il proprio pubblico l’ultima giornata contro il Cus Palermo in un finale al cardiopalma, forse anche troppo al cardiopalma. I gelesi amanti del pallone non stanno aspettando altro che questo fine settimana, una lunga attesa che ha già avuto inizio al “Presti” dopo il triplice fischio del match tra Gela Calcio- Paceco finito 3-0 per i biancoazzurri.

Articoli correlati