Gela Calcio, “manita” al Paceco e aggancio alla vetta

Il Gela del presidente Angelo Tuccio doveva solo vincere per non allontanarsi dalla zona promozione, dalla vetta tanto agognata, soprattutto dopo il brutto e pesante passo falso contro il Kamarat nella scorsa giornata di campionato. Così è stato. Tra le mura amiche del “Vincenzo Presti” il Gela Calcio scende in campo con lo smoking e si sbarazza del malcapitato Paceco, quarto in classifica, giocando con estrema eleganza e fluidità oltre che con una facilità quasi sorprendente. Il tabellone alla fine dirà 5-0 e in tutta onestà c’è davvero poco da commentare per quanto si è visto in campo: i biancoazzurri di mister Brucculeri hanno fatto la partita dal primo al novantesimo minuto senza concedere nulla agli avversari se non qualche occasione su palla inattiva e qualche contropiede, ma davvero nulla di preoccupante. Il Gela preme subito sull’acceleratore e, ispirati dalle giocate di capitan Bonaffini, le punte giocano parecchi palloni pericolosi verso la porta avversaria. Al minuto 12 scambio tra Iannizzotto e Russo con quest’utlimo che trova il vantaggio. Il 2-0 non tarda ad arrivare: al 26′ Bonaffini in mezzo per Nassi che da pochi passi non sbaglia. La prima frazione di gioco regala un altro gol: questa volta è Russo ad assistere Iannizzotto e con questa marcatura si chiude il primo tempo. Nella seconda frazione di gioco se il Paceco prova a limitare i danni, il Gela non smette di attaccare: così Campanaro e poi Scerra in venti minuti chiudono definitivamente la pratica. Sul 5-0 mister Brucculeri dà spazio ai più giovani facendo risposare la vecchia guardia. Lo stesso Floridia subentrato a Nassi sul finale coglie un palo che avrebbe reso ancora più rotondo il risultato. Ci si aspettava un avversario diverso, ma il Gela rispetto all’ultima uscita stagionale ha avuto anche Bonaffini che è stato sicuramente il migliore in campo. Con questa vittoria i biancoazzurri del presidente Angelo Tuccio si proiettano in vetta alla classifica insieme alla Sancataldese e Dattilo Noir, tutte a quota 42 punti. Non è consentito alcun margine di errore ai biancoazzurri e soprattutto non si devono più commettere passi falsi come quelli visti a Cammarata. Tra le squadre che occupano la vetta della classifica la prossima settimana il Gela sembra essere quella con l’impegno più agevole sulla carta: in terra palermitana contro la Parmonval non sarà facile di certo, ma nemmeno impossibile per i ragazzi di mister Brucculeri che anzi potranno approfittare di eventuali più che possibili passi falsi delle dirette avversarie. Il Dattilo Noir sarà impegnato su un campo difficile come quello di Alcamo, la Sancataldese sarà impegnata fuori casa contro la Polisportiva Castelbuono. A proposito della Sancataldese, quest’oggi a Favara hanno pareggiato per 1-1 e oltre ad aver perso 2 punti hanno anche perso due giocatori per espulsione, segno forse che l’ambiente non è più sereno come ad inizio campionato.