Gela Calcio sbatte contro la Folgore

Nella diciassettesima giornata del Girone A del Campionato di Eccellenza il Gela Calcio di mister Brucculeri sbatte contro la Folgore Selinunte e manca il sorpasso ai danni della San Cataldese che ottiene uno scialbo 0-0 sul campo della Mussomeli. La squadra bianco- azzurra domina per lunghi tratti del match e solo in qualche sporadica occasione ha concesso il fianco alle ripartenze avversarie che Campanaro & co. sono riusciti facilmente a controllare. L’estremo difensore gelese, Pandolfo, si è quasi “annoiato” tra i pali considerata la scarsa propensione offensiva degli avversari che hanno cercato il gol con conclusioni da fuori spesso velleitarie. Il Gela quindi ha gestito il match ed effettivamente è mancato solo il gol: Mincica, Nassi, Campanaro, Caci, Iannizzotto (subentrato ad uno spento Scerra ad inizio secondo tempo), Alma, un po’ tutta la formazione gelese ha provato a scardinare il muro eretto dinanzi la porta degli ospiti che però hanno mostrato per tutto l’arco del match un’ottima fase difensiva. Nel finale il pressing dei padroni di casa è stato quasi asfissiante ma per imprecisione e mancanza di lucidità gli attaccanti gelesi hanno spesso cercato delle soluzioni di gioco difficili facendo spazientire i non pochi spettatori presenti sulle tribune del Vincenzo Presti. Nel recupero Seckan mette a terra Campanaro con una gomitata, il direttore di gara lo espelle e si scatena una rissa che porta all’espulsione anche del vice-allenatore gelese, Giacomo Cascino. Finisce quindi a reti inviolate con il Gela che, visto lo 0-0 maturato dalla San Cataldese e la sconfitta della Dattilo Noir sul campo della Castelbuono, si mantiene ad una lunghezza dalla prima piazza e allunga sulla terza. La prossima settimana la squadra del presidente Angelo Tuccio affronterà l’Alba Alcamo, un impegno certamente non proibitivo, e guarderà con fiducia al match tra San Cataldese e Mazara Calcio con la speranza di arrivare allo scontro diretto da prima in classifica.

Articoli correlati