Gela Calcio, Scerra firma la terza vittoria consecutiva

Il Gela Calcio ottiene tre punti tanto sofferti quanto meritati ed oltremodo utili contro la squadra calabrese del Sersale che, nella scorsa giornata di campionato, in terra silana si era concessa il lusso di fermare la capolista Igea Virtus.

La formazione di mister Infantino, con il solito 4-3-3, cerca di imporre il proprio gioco, ma fatica a costruire trame degne di nota a causa dell’eccessivo atteggiamento difensivo degli avversari. Il portiere calabrese Bambino ha un sussulto quando, al 24′, Bonanno, da fuori area, trova un palo clamoroso. Questa sarà l’unica occasione degna di nota nell’arco dei primi 45 minuti di gioco. Nella ripresa, il Sersale mette paura alla formazione biancazzurra: al 2′ Hadzic colpisce la traversa, al 18′ Bongermio non trova il gol di un nulla. La differenza sta però nei cambi: mister Infantino potenzia l’offensiva gelese prima inserendo Nassi per Bonanno e poi Scerra per Bulades e la mossa sembra essere azzeccata. Al minuto 32′, otto minuti dopo il suo ingresso in campo, Tony Scerra con un tiro al volo firma il sorpasso trovando il fondamentale gol vittoria che proietta il Gela a quattro punti dalla vetta, occupata nuovamente dall’Igea Virtus vittoriosa contro il Gladiator per 1-0, e che lo mantiene sulla scia di Cavese, Rende e Sicula Leonzio. 

Trattasi questa, per i gelesi, della terza vittoria consecutiva dopo i tre punti ottenuti contro il Pomigliano e il Gladiator. Adesso, per i tanti tifosi gelesi, sognare non costa nulla visto anche il turbolento inizio di campionato caratterizzato dalla difficile situazione economica del club. Il Gela è al quinto posto, in zona play-off, con sei punti di vantaggio sulla sesta e solo uno di svantaggio dalla Cavese e dal Rende e con soli tre punti in meno della Sicula Leonzio. Il campionato per Bonaffini e compagni si sta facendo sempre più interessante e gli acquisti di Gennaio stanno dando i risultati sperati (quest’oggi strepitosa la prestazione di Noto che non ha fatto rimpiangere l’assenza di Gambuzza). Insomma, mister Infantino ha molte frecce per il suo arco e un gruppo decisamente più compatto e più esperto. Il bello però deve ancora venire secondo i molti addetti ai lavori.
Prossima settimana arriva al “Vincenzo Presti” il Gragnano, formazione che milita ai confini della zona play-out e reduce dalla cocente sconfitta contro la Sicula Leonzio con il risultato di 3-0. Contro la formazione campana il Gela non può permettersi passi falsi visti gli impegni agevoli, almeno sulla carta, delle rispettive avversarie.

Articoli correlati