Gela Calcio, tre sberle al Pomigliano

Anno nuovo e vittoria importantissima per il Gela Calcio. La squadra biancazzurra, infatti, liquida la pratica-Pomigliano con il netto punteggio di 3-0 e dominando ampiamente un match in cui gli avversari non sono mai una volta apparsi in grado di scalfire la porta di Saita se non in un’occasione all’inizio della ripresa.
La partita. Mister Infatino schiera il suo marchio di fabbrica seppur con importanti novità: il 3-4-3, andato in scena questo pomeriggio al “Vincenzo Presti”, presenta Kosovan in cambina di regia al posto dell’acciaccato capitan Bonaffini, invece tra i tre centrali difensivi Noto prende il posto dell’infortunato Gambuzza e Brugaletta al posto dell’infortunato Evola. Bulades invece si accomoda in panchina e lascia l’ala sinistra al neo-acquisto Candiano, che si rivelerà essere il migliore in campo.

È il Gela a fare la partita. Il Pomigliano, invece, si limita a ripartire o almeno ci prova, visto che il pressing gelese non gli permette di superare la metà campo per lunghi lassi di tempo. Le occasioni però tardano ad arrivare soprattutto per la tattica difensiva della squadra campana che gioca con ben dieci giocatori dietro la linea del pallone non lasciando alcuno spazio per gli inserimenti dei centrocampisti e degli esterni. A questo punto, l’unica arma a disposizione del Gela sembrano essere le palle inattive e così è: al minuto 12′ Kosovan, da corner, becca Campanaro che con un colpo di testa mette i brividi all’estremo difensore campano. AL minuto 23′, direttamente da corner, Candiano impensierisce ancora Alcolino, abile a salvarsi in angolo. Al 25′ Kosovan, da una punizione sulla trequarti di campo del Pomigliano, scodella un pallone che non riesce a trovare nessuna devizione vincente, ma che sibila comunque alla destra di Alcolino. Il Pomigliano si salva ancora al minuto 32′: lancio perfetto di Kosovan per Candiano che, solo davanti al portiere, cerca l’accorrente Montalbano anzichè il tiro in porta (cosa che sarebbe stata più semplice). Il passaggio però viene intercettato e il “Presti” rumoreggia e mastica amaro per la clamorosa palla-gol sciupata. Al 40′ finalmente il Gela trova la rete: Candiano, dalla sinistra, prova il tiro che Alcolino non riesce a trattenere e su cui Montalbano si avventa come un falco. Il “Presti” finalemente può esplodere. Sull’1-0 si chiude la prima frazione di gioco.
La ripresa si apre subito con un brivido per i tifosi biancazzurri: Pisani si presenta solo davanti a Saitta che è abile a difender la propria porta. Il Gela controlla il match anche il Pomigliano alza i ritmi e il baricentro del gioco. La partita si gioca soprattutto a centrocampo. Al minuto 26′, su un pallone che sembra doversi spegnere sul fondo si avventa capitan Bonaffini (subentrato a Bonanno) che, approfittando dell’incertezza di Moracci e Alcolino, fa partire un belissimo pallonetto che si insacca all’incrocio dei pali. Al 38′ Nassi (entrato al posto di Montalbano), invece, firma il definitivo 3-0 raccogliendo all’interno dell’area di rigore il perfetto assist di Kosovan. Il Pomigliano è annichilito e il risultato conferma il divario tra le due formazioni: i campani, inoltre, subiscono il sorpasso in classifica proprio dal Gela che va a piazzarsi al quinto posto.

Per il Gela questa vittoria deve essere salutare visto che nelle ultime quattro partite del girone di andata ha collezionato solo 3 punti (tre pareggi e una sconfitta). L’ultima vittoria risaliva alla sfida del 27 Novembre a Cava dei Tirreni contro la Cavese. Adesso, per rimanere attaccati al treno play-off, serve ritrovare la continuità che ha caratterizzato la prima parte di stagione. Prossima settimana sfida in trasferta contro la Sersale, fanalino di coda del girone I.

sponsor accento sport    

Articoli correlati