Gela Calcio, vittoria a Sarno e play-off

Pomeriggio di euforia in quel di Sarno, terra dove il Gela era impegnato per l’ultima gara del campionato del girone di Serie D. La formazione biancazzurra, al triplice fischio finale, si è lanciato tra i festeggiamenti grazie alla sofferta vittoria per 1-0 e vola ai play-off per la Lega Pro.

Con una rosa ridotta all’osso tra infortuni e squalifiche, e con in panchina i ragazzi juniores, l’undici di mister Infantino, dopo aver stretto i denti, è riuscita ad ottenere il massimo con il minimo sforzo, sapendo gestire in maniera intelligente energie fisiche e mentali.

Certo, non tutto dipendeva dai piedi dei gelesi: le orecchie dei tanti tifosi sono state, per tutto il pomeriggio, alla ricerca di buone notizie da Castrovillari. In Calabria si stava giocando, infatti, il match tra Castrovillarie e Palmese con la prima che mirava ancora a salvarsi, e la seconda che doveva mantenere il quinto posto per disputare i play-off. Come è andata? Per il Gela è andata benissimo: la Palmese è uscita sconfitta con il risultato di 2-0 e, in virtù anche della penalizzazione di 4 punti della scorsa settimana, ha subito il sorpasso dal Gela Calcio perdendo, così, la possibilità di disputare le gare utili per accedere in Lega Pro.

A Sarno, invece, la gara si è decisa al minuto 20′ del primo tempo quando Kosovan, dopo aver raccolto l’assist di Bonanno, con il mancino è stato abile ad infilare Sorrentino per l’1-0. La Sarnese, dal canto suo, proverà in tutti i modi a ritrovare il pari, ma non ci riuscirà sia per la verve difensiva dei gelesi sia per un po’ di sfortuna (fortuna per il Gela), soprattutto nella ripresa.

Nel secondo tempo, infatti, le forze del Gela venivano a mancare, ma le occasioni, però, di Guidelli al 50′ e di Caciottolo al 73′ non sarebbero stati in grado di trovare la via del gol.

Dietro a questa qualificazione ai play-off del Gela sembra esserci proprio un disegno divino: chi l’avrebbe mai detto dopo l’estate calda a livello societario? E poi, spinti dai venti della vittoria, i biancazzurri sembravano quasi poter conquistare il titolo, e invece no. Precipitati nell’inferno delle sei sconfitte in sette partite, il Gela riesce a rialzarsi e vincere, in extremis, anche un posto nei play-off, anche se con una grande dose di fortuna.

Ma, si sa, la fortuna aiuta gli audaci…