Gela celebra la “Giornata mondiale del Rifugiato”

Anche Gela celebra la Giornata mondiale del rifugiato, istituita nel 2000 per ricordare la condizione di milioni di persone costrette a fuggire dai loro Paesi a causa di persecuzioni, torture, violazioni dei diritti umani e conflitti. Per l’occasione lo Sprar locale organizzerà l’iniziativa “Io so(g)no in Italia, Percorsi di vita”, che si terrà nella sede della Croce Rossa Italiana di Gela. Nella nostra Nazione il Sistema di Protezione per Richiedenti Asilo e Rifugiati è attivo dal 2001 ed è composto dalla rete degli enti locali che realizzano interventi di accoglienza per quanti arrivano sul territorio italiano in cerca di protezione internazionale. Nello specifico, a Gela il progetto territoriale di accoglienza è nato nell’aprile dello scorso anno ed è stato realizzato dal Comune insieme al Consorzio Sol.Calatino, mettendo a disposizione cinquanta posti di accoglienza, destinati ai rifugiati politici di sesso maschile. L’appuntamento è per domenica 21 giugno alle 18:30. Ad aprire la serata la presentazione di “Un anno di Sprar”, che vedrà l’intervento degli attori sociali coinvolti nel progetto e delle istituzioni interessate, seguiranno l’aperitivo e la proiezione del film “Io sto con la sposa”, a conclusione l’esibizione con strumenti a percussione dei ragazzi della Croce Rossa e dello Sprar di Gela. Durante la manifestazione i presenti osserveranno anche un minuto di silenzio in memoria delle vittime della tratta.

Articoli correlati