Gela città che legge 2018/2020

Il comune di Gela é stato ritenuto idoneo ad ottenere la qualifica di città che legge 2018/2020, che coinvolge i comuni con popolazione tra 50.000 e 100.000.

Lo hanno comunicato il sindaco Domenico Messinese ed il Settore Cultura nelle persone dell’Assessore Valentino Granvillano e del Dirigente Antonino Collura.

Dalla lettura dipendono lo sviluppo intellettuale, sociale ed economico delle comunità: è con questa consapevolezza che il Centro per il libro e la lettura, d’intesa con l’ANCI – Associazione Nazionale Comuni Italiani attraverso la qualifica di Città che legge ha deciso di promuovere e valorizzare quelle Amministrazioni comunali impegnate a svolgere con continuità sul proprio territorio politiche pubbliche di promozione della lettura. L’intento è di riconoscere e sostenere la crescita socio-culturale attraverso la diffusione della lettura come valore riconosciuto e condiviso, in grado di influenzare positivamente la qualità della vita individuale e collettiva.

Tale iscrizione consentirà di partecipare ai bandi per l’attribuzione di contributi economici, premi ed incentivi che il Centro per il libro e la lettura di volta in volta predisporrà.

I Comuni ammessi sono n. 450, così distribuiti per area geografica: 163 al nord, 117 al centro, 130 al sud e 49 nelle isole.