Gela com’era, è, e potrebbe essere. Al via il fotoreportage di Pierpaolo Lo Giudice

Da qualche giorno si trova a Gela per effettuare un reportage fotografico e video sulla nostra città. Gela come era, come è come potrebbe diventare, questo sarà il racconto di viaggio, dell’esperienza di ricerca, delle persone, dei luoghi, dei risultati e dei dati. Protagonista è il fotoreporter Pierpaolo Lo Giudice, romano di adozione ma siciliano di nascita. Pierpaolo che nella capitale frequenta un master di Fotogiornalismo, ha pensato di realizzare il suo reportage in luoghi contaminati dall’inquinamento.

“Sulla scelta del luogo da rappresentare non ho avuto dubbi, Gela si sarebbe prestata benissimo al mio lavoro, dove il disastro ambientale è ben evidente in tanti siti. La cosa che più mi ha colpito come dalla colonna dorica dell’Acropoli, simbolo della ricca storia di Gela si veda la megastruttura Eni, è proprio uno scempio” Ci ha detto Pierpaolo.

“Pensavo di rimanere solo qualche giorno, ma qui c’è tanto da fotografare, e penso di ritornare ancora per portare avanti il mio lavoro che si prospetta lungo”. Ha detto Pierpaolo che è rimasto colpito da un città Gela sfruttata dal petrolchimico, che l’ha sedotta e abbandonata, così all’improvviso. Diversi gli incontri che il fotoreporter sta effettuando con chi conosce molto bene Gela. Man mano vi daremo altre notizie sul suo reportage.