Gela: consiglieri aggrediti quotidianamente a Palazzo di città. Scerra e Morselli chiedono protezione

Un agente di Polizia municipale all’interno di Palazzo di città o un monitoraggio degli utenti che accedono all’interno della struttura per garantire l’incolumità sia dei consiglieri comunale che dei dipendenti.
Ciò  è stato chiesto dai consiglieri comunale Salvatore Scerra e Romina Morselli, in virtù ultimi episodi di violenza che si sono verificati all’interno del Municipio, con aggressioni verbali e fisiche di cui alcuni consiglieri comunali sono stati vittima.
“Non è nostra intenzione alzare muri, essendo stati eletti per ascoltare i cittadini e provare a risolvere i loro problemi, di cui spesso non abbiamo alcuna responsabilità – affermano i due consiglieri – ma  questi gravi episodi si ripetono quasi quotidianamente soprattutto nelle ore mattutine, quando sono in programma le commissioni consiliari”.