Convegni, mostre, escursioni per la salvaguardia delle dune del Golfo di Gela. Ecco il programma di Leopoldia Life

Si terrà il  29 e 30 Aprile 2016 presso il Palazzo Ducale, il Convegno finale del progetto Life Leopoldia,   dal titolo “La rigenerazione del paesaggio costiero”. Il progetto ha la finalità del recupero del sistema dunale del Golfo di Gela, nei siti di Torre di Manfria, Biviere Gela, Piana di Gela, e nella costa sud orientale della Sicilia (Punta Braccetto, C.da Cammarana, Cava Randello, Passo Marinaro, Vallata Fiume ippari). Il tutto  per la salvaguardia della specie prioritaria Leopoldia gussonei, a rischio di estinzione a causa della forte pressione antropica. Nella prima giornata verranno presentate tutte le azioni ed i prodotti realizzati nell’ambito del progetto.
 La seconda giornata affronterà il tema della salvaguardia del patrimonio archeologico e naturalistico del Golfo di Gela. In particolare, nel pomeriggio avrà luogo una tavola rotonda per definire le strategie per il futuro con il coinvolgimento degli amministratori locali ed i contributi del network Leopoldia. Nella stessa giornata si svolgeranno una serie di attività nelle aree della Rete Natura 2000, con passeggiate naturalistiche nelle aree dunali e nell’area umida del Lago Biviere di Gela.
 
L’evento è organizzato dall’Università degli Studi di Catania, Dipartimento di Agricoltura, Alimentazione ed Ambiente, in collaborazione con i partners di progetto Ente gestore Lipu Biviere di Gela e Dipartimento Regionale Sviluppo Territoriale e Rurale. Quindi l’obiettivo principale.
 “Aiuta la duna” è anche il nome di  una iniziativa che era stata lanciata su Facebook, dalla Leopoldia Life Project, per ridurre al minimo le perdite delle piante riprodotte al vivaio di Randello. Si invitavano i volontari a  mettere a dimora sulle dune di Gela quante più piante possibili con l’aiuto di tutti i cittadini, associazioni e amanti della natura. 
Il convegno avrà inizio venerd29 aprile dalle 9:30, con i saluti di Ilenia Barbetto, della commissione Europea, di Stefania Betti (Ministero dell’ambiente), di Giacomo Pignataro (Università degli Studi di Catania), di Salvatore Cosentino (direttore dipartimento Di13A Università detgli studi di Catania) di Felice Bonanno (dipartimento regionale Sviluppo rurale e territoriale) e del sindaco Domenico Messinese. Alle 10:30 verranno mostrati i “risultati del ripristino habitat dunalei nel paesaggio serricolo del Golfo di Gela”, tra i relatori Emilio Giudice, della Lipu, Giovanna Tomaselli, Laura Carullo, Patrizia Russo, dell’Università degli Studi di Catania. Alle 11:00, “Esperienze di Tutela nella Rete Natura 2000 Laura Lentini, Life Ries Maris- Bernardo BArone, Anna Capizzi, Tartal Life. Alle 12:00 verranno presentate le attività didattiche del Life Leopoldia.
Sabato 30 aprile il convegno inizierà sempre alle 9:30 con la “Proposta di tutela del golfo di Gela”. dopo i saluti del sindaco Messinese, si passerà al “patrimonio culturale del Golfo di Gela, tra archeologia e natura. Parteciperanno tutti i sindaci del comprensorio. Nella stessa giornata “Il riconoscimento Unesco per la tutela del patrimonio culturale sommerso e dei banchi del Canale di Sicilia”, con Sebastiano Tusa, soprintendente del mare Regione Sicilia. 
Fanno parte del progetto le escursioni all’aperto a Montelungo e Poggio Area (Sabato 30 aprile dalle 9:30), le escursioni tra i sentieri dunali del Biviere Gela, di Valentina Ferrigno Cts (Sabata 30 aprile dalle 9:30).
Tanti gli appuntamenti con l’arte: presso la ex chiesetta S. Biagio dal 29 aprile al 2 maggio si terrà la mostra fotografica “I sentieri dunali di Leopoldia Gussunei”, e “A scuola con Leopoldia”.
Evento artistico: “L’arte a tutela del paesaggio”, coordinato dall’artista gelese Giovanni Iudice.